Tavolo tecnico per il deposito Nazionale di rifiuti radioattivi – Richiesta di attivazione

Il Coordinamento dei comitati e delle associazioni, chiede l'attivzione di un tavolo tecnico per il deposito Nazionale di rifiuti radioattivi al Presidente della Provincia di Viterbo per lavorare insieme al fine di tutelare l'ambiente, la salute e l'economia del territorio

Viterbo, deposito scorie nucleari. No della Regione

di Daniela Venanzi  Erano molti i consiglieri presenti alla riunione organizzata dalla provincia di Viterbo per dire no ai rifiuti di scorie nucleari, molti anche i rappresentanti dei vari Comuni e altrettanti quelli delle varie associazioni e comitati da sempre in prima linea in difesa del patrimonio della Tuscia. Quarantacinque in totale. L'...

Continua a leggere

La Tuscia ha vincoli non aggirabili, l’impianto stoccaggio rifiuti nucleari non può essere fatto qui

Cronaca - L'assessore regionale Valeriani all'incontro in provincia per fare il punto sulla proposta delle aree potenzialmente idonee a ospitare il deposito nazionale - Su 67 in Italia, 22 sono nel viterbese  Viterbo – Impianto di stoccaggio unico per i rifiuti nucleari, no di Provincia e Regione Lazio ai 22 siti individuati da Sogin nel viter...

Continua a leggere

Deposito Sogin: Regione e Provincia unite per lottare insieme ai comitati

VITERBO - Regione e Provincia insieme per confermare l'opposizione alla nascita nella Tuscia del deposito Sogin destinato ad ospitare le scorie nucleari, dal basso all'alto rischio.  Dopo mesi in cui molti comitati hanno letteralmente tirato per la giacchetta la Pisana, oggi finalmente una presa di posizione pubblica, avvenuta nella sala consi...

Continua a leggere

Viterbo, scorie nucleari. Vertice in Provincia contro il deposito nazionale

Conclusa la fase delle osservazioni, Sogin è pronta a individuare le aree idonee ad ospitare il deposito nazionale per le scorie nucleari. Secondo il programma prefissato, dal 15 dicembre c'erano infatti 60 giorni di tempo per la stesura definitiva dell'elenco. Il quale, se i tempi saranno rispettati, sarà dunque reso noto entro il 15 febbraio. Per...

Continua a leggere

No a scorie nucleari, appello a Draghi

I sindaci, le associazioni e i comitati della Tuscia che si battono contro il deposito nazionale delle scorie radioattive fanno appello al presidente del Consiglio Mario Draghi esprimendo la loro contrarietà ai metodi utilizzati perla compilazione della Cnapi (carta nazionale delle aree potenzialmente idonee) e chiedono un incontro per approfondire...

Continua a leggere

Appello Presidente Regione

Lo svolgimento del Seminario Nazionale ha sancito quanto sapevamo: tutti i territori sono contrari mentre Sogin, apparentemente appagata dal successo della organizzazione, va dritta per la sua strada. La lista dei candidati alla short list finale è già pronta. Ci avviciniamo così alla CNAI, dalla quale sarà più difficile uscire.Abbiamo anche consta...

Continua a leggere

Scorie radioattive, incontro in Provincia per ribadire il no al deposito netta Tuscia

A Palazzo Gentili con istituzioni, associazioni, amministratori e politici del territorio 

Nucleare: No dei Comitati alle scorie nel viterbese

 Oggi incontro a Viterbo per discutere del piano di Sogin (ANSA) - ROMA, 15 OTT - La Tuscia rischia di diventare il più grande deposito di scorie nucleari in Italia. Ventidue delle 67 aree individuate dalla Sogin, nell'ambito della Carta nazionale aree potenzialmente idonee, si trovano proprio nella provincia di Viterbo. Per protestare contro ...

Continua a leggere

Nucleare: Tuscia, Politica e cittadini contro invasione scorie nucleari (2)

(Adnkronos) - I comitati, si legge in una nota, "si sono riuniti in un coordinamento ed hanno ritenuto necessario creare, con la Provincia di Viterbo, un momento di approfondimento e spiegare tecnicamente i motivi dell'opposizione alla Cnapi contestando i criteri di scelta delle aree avvenuta secondo le previsioni della Guida Tecnica 29 e questo pr...

Continua a leggere

Nucleare: Tuscia, Politica e cittadini contro invasione scorie nucleari

Roma, 14 ott. (Adnkronos) - Politica e cittadini della Tuscia contro la possibile decisione di realizzare il più grande deposito di scorie nucleari in Italia. Ventidue delle 67 aree individuate dalla Sogin, la società dello Stato incaricata del decommissioning degli impianti nucleari, nella Cnapi (Carta Nazionale Aree Potenzialmente Idonee), si tro...

Continua a leggere

Tuscia, politica e cittadini contro l’invasione delle scorie nucleari

ROMA (ITALPRESS) – La Tuscia rischia di diventare il più grande deposito di scorie nucleari in Italia. Ventidue delle 67 aree individuate dalla Sogin (la società dello Stato incaricata del decommissioning degli impianti nucleari) nella CNAPI (Carta Nazionale Aree Potenzialmente Idonee), si trovano proprio nella provincia di Viterbo. Un record per i...

Continua a leggere